CONCERTO DEI THE MIDNIGHT

midnigth3

In occasione di Albenga Dreams nei giorni di venerdì 11 settembre e sabato 12 settembre il gruppo dei The Midnight si esibiranno in due splendidi concerti nella bellissima cornice di piazza San Michele ad Albenga.

Il gruppo dei Midnight si forma nel 2003, ispirandosi al magico sound dei Blackmore’s Night. La scelta di chiamarsi ‘Midnight’ non è casuale: Midnight (Mezzanotte); è la metafora non solo di un tempo passato, ma anche di un ‘altrove misterioso’. L’ora della notte magica per eccellenza, quando le fate e gli elfi danzano nei boschi, i maghi preparano i loro incantesimi, le streghe si radunano sotto il grande noce.

I Midnight sono un gruppo di ‘menestrelli’ che propone melodie di ispirazione celtica, medievale e rinascimentale; dolci ballate ma anche movimentati ritmi attinti dalla cultura musicale popolare e folklorica. Il tutto resto ancora più suggestivo dall’ambientazione e dai costumi di ispirazione ‘fantasy’.

In poco tempo la musica li ha portati a suonare in importanti manifestazioni ed in bellissimi luoghi legati all’antichità che hanno fatto da scenario ai loro concerti, creando una fusione tra musica ed immagine davvero evocativa.

Musica antica, dunque, ma ripensata attraverso la nostra moderna cultura musicale, capace di coinvolgere emotivamente lo spettatore e di trasportarlo in un immaginario viaggio in terre lontane.

La sapiente alchimia tra la forza espressiva di una musica dal sapore antico ed il linguaggio evocativo e simbolico della fiaba, richiamano nei loro concerti, un pubblico di spettatori eterogeneo. Lo spettacolo si ripropone di far rivivere, attraverso le note musicali, la scenografia ed i costumi, le suggestioni e l’incanto della letteratura ‘fantasy’, un genere di narrazione tra l’epico ed il fantastico, il magico ed il misterioso, dove le vicende narrate sono ambientate in un mondo ed in un tempo immaginari, nelle ‘terre di mezzo’, anello di congiunzione tra un medioevo metastorico, un improbabile futuro ed un universo alternativo, popolato da magiche creature.

L’utilizzo di strumenti sia classici, come il violino, i flauti, la chitarra; sia antichi: il rauschpfeife e lo shawm (bombarde rinascimentali dotate di doppia ancia di origine tedesca), l’Irish bouzouki (tipico della musica popolare Irlandese), la ghironda (strumento a corde medievale); che moderni come la tastiera, la batteria e le percussioni, creano un sound antico e insieme moderno che riesce a coinvolgere sicuramente il pubblico, come già dimostrato nelle loro performances, proprio come un tempo gli antichi ‘cantambanchi’, novellatori e pifferai di piazza, riuscivano ad incantare gli spettatori accorsi ad ascoltarli.